Programmazione del Citizen Pilot Radio-controllato

Una delle collezioni di orologi più “gettonate” degli ultimi anni è sicuramente quella dei radio-controllati di Citizen.

Una serie che si è rivelata vincente sotto tutti i profili, non ultimo quello dell’affidabilità.

Penso di fare cosa gradita nel riportare una guida all’utilizzo del più celebre dei radio-controllati.

Quest’articolo è stato pubblicato con successo anche su www.citizenmania.it, il sito dedicato da Citizen Italia agli utenti della famosa marca nipponica.

Il Pilot, pur essendo accompagnato da un ottimo manuale di istruzioni in italiano, può creare ingiustamnete qualche difficoltà all’utilizzatore essendo il suo sistema di regolazione molto sofisticato.

A questo dobbiamo aggiungere che è un orologio “stand-alone”, quindi perfettamente in grado di svolgere autonomamente il suo compito per anni senza che interazioni da parte del proprietario.

Non c’è necessità di cambio pila, non si deve regolare l’orario nè alla fine del mese, nè in caso di passaggio all’ora legale.

Quindi spesso e volentieri si ricorre al libretto di istruzioni solo in casi eccezionali, e non è escluso che ci si faccia prendere dal solito “panico riverenziale”.

Non è proprio il caso in quanto la regolazione, pur particolare, è molto semplice.

Ma ora scendiamo nel dettaglio tecnico:

Dopo avere svitato la corona, memorizziamo quanto segue:

Corona in posizione normale significa attaccata alla cassa;
Corona in prima posizione, significa estrarla solo di uno scatto;
Corona in seconda posizione vuol dire “sentire” due scatti.

Il pulsante “A” è quello posto in corrispondenza di ore “4”.
Il pulsante “B” è quello che non sporge, ed è posto in corrispondenza di ore “2”.
Il primo passo è quello di estrarre la corona alla sua seconda posizione.
A questo punto noteremo che la lancetta dei secondi va a posizionarsi a ore “12”.

Non preoccupiamoci se eventualmente la lancetta andasse a posizionarsi in altro orario: tutto si risolverà con il passo successivo.
Premere contemporaneamente i pulsanti “A” e “B” (quest’ultimo aiutandosi con una punta di biro) fino a quando vedremo muoversi una lancetta.
Facendo molto attenzione a non togliere la corona dalla sua seconda posizione, aiutarsi con la corona stessa per posizionare le lancette dei secondi e dei minuti entrambe a ore “12”.

A questo punto un semplice trucchetto: ruotando la corona velocemente per più volte, non importa in quale senso (orario o antiorario), le lancette si muoveranno da sole: per fermarle girare la corona di uno scatto in senso opposto.
Solo ora dobbiamo spingere la corona nella sua prima posizione (Attenzione a non spingerla fino in fondo).
Il passo successivo è quello di posizionare la lancetta delle ore ad ore “12”, e la data nella posizione intermedia tra il “31” e l’”1”, ovviamente ruotando la corona come abbiamo fatto per le lancette dei minuti e dei secondi. Prestiamo attenzione al fatto che per modificare la data, la lancetta delle ore deve percorre due giri di quadrante.

Raggiunta questa posizione, fissiamola riposizionando la corona nella sua posizione normale.
Potrebbe verificarsi di vedere ora la lancetta dei secondi muoversi ogni due secondi o più. Occorre attendere che la marcia riprenda di secondo in secondo (il che avviene normalmente quasi subito).
Abbiamo quindi concluso le operazioni di azzeramento completo.
Occupiamoci ore di programmare l’orario del nostro fuso.
Estrarre la corona nella sua seconda posizione.
Noteremo che la lancetta dei secondi si porterà a ore “12”.
Utilizziamo la corona per portare la lancetta dei minuti al minuto dell’orario esatto, senza curarci per il momento della lancetta delle ore.
Esempio: sono le ore 10.15, portiamo la lancetta dei minuti al minuto 15, lasciando pure che la lancetta delle ore sia ancora in riferimento della mezzanotte. In pratica l’orologio segnerebbe le 12.15.
Riportare ora la corona nella sua posizione normale, per memorizzare quanto fatto fino ad ora.
Portare la corona nella sua prima posizione.
Noteremo che la lancetta dei secondi assumerà una posizione che indica il mese.
Esempio: se la lancetta dei secondi si fermasse ad ore “4” significherebbe che l’orologio ritiene che sia il mese di aprile.
Potrebbe verificarsi di trovare la lancetta dei secondi non esattamente allineata ad ore quattro (sempre facendo riferimento all’esempio), ma qualche secondo oltre: questa è l’indicazione dell’anno.

Esempio: lancetta esattamente a ore “4”= anno bisestile; lancetta un secondo oltre ore “4”= anno successivo a quello bisestile; e così via.
Impostare il mese (con l’anno corrispondente come indicato sopra), ruotando la corona di uno scatto per volta.
Riposizionare la corona nella sua posizione normale per memorizzare.
Premere una volta il pulsante “B”, sempre aiutandosi con la punta di una biro.
La lancetta dei secondi assume una posizione tale da indicare, con la sua “coda” “+- 0” o “set”.
Ruotare immediatamente la corona per impostare ora e data. Questa operazione va fatta entro 10 secondi, altrimenti la lancetta dei secondi riprenderebbe la sua posizione di marcia.

Ricordarsi sempre che per cambiare la data occorre far percorrere alla lancetta delle ore due giri di quadrante.
Fare anche attenzione a posizionare l’ora mattutina o pomeridiana.
Esempio se l’orario da impostare fosse le 16 (4 pomeridiane) la lancetta delle ore deve passare le “12” una volta.
Attendere 10 secondi e quindi fino a quando la lancetta dei secondi riprende la posizione di marcia, riavvitare la corona e il gioco è fatto.
Ogni volta si intende cambiare l’orario occorre ripetere tutta la procedura.
Non si deve assolutamente saltare alcun passaggio, nel qual caso l’orologio non risulterebbe adeguatamente programmato.
Vi renderete comunque conto che il tutto è più semplice di quanto possa sembrare.

In una delle prossime occasioni sarà pubblicata anche la programmazione della versione crono-alarm.

Be Sociable, Share!

29 Commenti nel post “Programmazione del Citizen Pilot Radio-controllato”

  1. Ciao, ti ringrazio moltissimo per le istruzioni. Grazie a te sono riuscito finalmente a programmare il mio radiocontrollato che ora si regola automaticamente alla perfezione…..un saluto Diego

  2. Ciao giovanni mocerino e grazie per il tuo feedback positivo.

    Grazie anche per la sincerità circa il Lockman.
    Spero comunque che il mio intervento sia servito.

    Riguardo al tuo Sector, le ragioni del blocco della lancetta delle ore potrebbero essere molteplici.
    Dovresti informarmi circa un particolare:
    il pulsante che dovrebbe regolare la lancetta delle ore quando la corona è estratta, funziona regolarmente per le funzioni di cronometro?
    Chissà perchè mi sono convinto che il problema potrebbe risiedere nel pulsante o nel suo contatto!
    Fammi sapere.

  3. Grazie Diego,
    torna a trovarmi sul blog.
    Ciao.

  4. Ciao enrico, allora i pulsanti funzionano tutti, cioè fanno partire il chrono e si possono effettuare le dovute regolazioni tranne quella dell’impostazione dellalancetta del volantino dedicato alle ore del chorono stranedo la corona. l’allarme della sveglia funzionana tenendo premuto piu di un paio di secondi il pulsante che dovrebe regolare quanto sopra descritto. Spero di essere stato abbastanza corretto per le tue valutazioni del caso Grazie ancora enrico

  5. P.s. maper questo famoso calibro 8215 è un caso che abbia questo famoso gioco di ruotismi che ferma la lancetta dei secondi o è una sua caratteristica. premesso che marcia bene.

  6. Oggi ti tempesto di domande :), i longines come marca la adoro fa dei bellissimi modelli, pero visto che cmq vado sempre alla riocerca dei calibri montati su vari modelli di diverse marche noto che per gli automatici è sempre presente il famoso 7750 valjoux, pero nn ho mai capito perchè un X orologio ha dei prezzi esagerati pur montatndo lo stesso calibro rispetto ad un longiones o addirittura un orologio pincopallino qualsiasi. Faccio un esempio la bretling il chornomat lo fa pagare circa 4000 euro mentre la laongines l’hidroconquets circa 1200 euro, orologi che qualitativamente per me sono sullo stesso piano.

  7. Ciao Giovanni.
    Primo quesito: pulsante del crono.
    Da quanto mi spieghi il funzionamento del pulsante e’ anomalo.
    Dovresti farlo verificare in laboratorio.
    Secondo quesito: Calibro 8215.
    E’ abbastanza ricorrente in quel calibro quanto tu descrivi.
    Terzo quesito: Valjoux 7750.
    Quanto tu affermi e’ vero … a meta’.
    Questo calibro vista la sua eccezionale affidabilità’, e’ utilizzato da moltissime marche.
    Il rapporto qualita’ prezzo della Longines e’ veramente eccezionale, tanto che ci si chiede fino a quando Swatch Group avra’ interesse a mantenere i prezzi a questo livello.
    E’, a mio parere, errato giudicare il prezzo di un orologio solo dal suo calibro di base.
    Molte case elaborano i meccanismi, li sottopongono a test ulteriori e a stress extra, prima di montarli entro le casse, che a loro volta hanno caratteristiche in alcuni casi molto differenti.
    Questi sono alcuni dei motivi per cui il confronto tra un orologio ed un altro deve essere fatto con l’ausilio di un tecnico.
    Spero di aver adeguatamente risposto alle tue domande.
    Salutissimi.

  8. Grazie enrico, porterò in laboratorio il primo orlogio, il secondo 8215 , se è riccirrente significa che quanto è stato piu volte detto , è un anomalia…..che è da risolvere?secondo te (anche se tiene bene la marcia, e in fondo mi urta tatntissimo sta cosa), terzo quesito posto effettivamnte c sono anche varie certificazioni in merito tipo il cosc.
    Scusa se ti rubo del tempo.

  9. Ciao Giovanni,
    mi accorgo ora che non ho risposto alla tua domanda circa la necessità di portare l’orologio con il meccanismo Miyota 8215 in laboratorio.
    Ti sconsiglio di farlo e ti spiego perchè.
    Il “contraccolpo” del ruotismo che impedisce l’immediata marcia dell’orologio, non si può correggere con una revisione, perchè si tratta di una questione meccanica conseguente alla progettazione.
    E’ vero che può capitare di imbattersi in un 8215 che non presenta questa veniale anomalia, ma a mio giudizio non vale la pena di spendere per la sostituzione. Come ti dicevo su Citizenmania, il costo non si limiterebbe alla spesa per l’acquisto del meccanismo, ma comporterebbe tutta una serie di interventi che comunque non darebbero poi la certezza del risultato.
    Purtroppo dovrai imparare a convivere con questo problema, che non pregiudica il funzionamento.
    Il calibro 8215 resta comunque uno dei più affidabili. E uno di quei classici movimenti che non danno spazio alla poesia, in cambio della sostanza.
    Ciao e grazie per i tuoi interventi sempre molto pertinenti.

  10. Enrico, ti ringrazio di vero cuore, purtroppo mi accorgo che a malincuore ho portato l’orologio in assistenza, il rivenditore mi infromava che avrebbe fatto sostituireiil modulo con un altro, pero nn lo portava in asisstenza locman perchè i tempi erano troppo lunghi si parla di circa 3 mesi pertanto a spese sue l’avrebe portato presso il lanboratorio sector a via medina napoli. Credo che a aquesto punto colmata tutta la storia su questo famosissimo calibro spero solo che l’orologio me lo diano senz aun graffio e dun quadrante pulito. Grazie enrico ho capito davvero tante cose da questa avventura. P.S. Hai mai visitato Napoli?

  11. Ciao Giovanni,
    se non dovrai sostenere spese va bene anche la sostituzione del meccanismo.
    Riguardo alla restituzione dell’orologio integro non mi preoccuperei: qualsiasi assistenza lavora con scrupolo.
    Ho avuto modo di visitare Napoli recentemente e sono rimasto incantato dalla bellezza della città e dalla simpatia dei Napoletani.
    Salutissimi e a presto.

  12. Enrico non c crederai in che brutta situazione mi sono imbattuto!sono piu che furioso! Vado aritirare l’orologio mi dice che ha fatto sostituire il meccanismo prendedolo da un altro orologio sempre locman pero quando guardo il quadrante noto a mio stupore che le lancette del mio quadranet sono dentro l’altro orlogio e viceversa!roba da non credere!Io credp che sono sfortunato in questo campo o che ho a ch efare solo con degli incmpeteneti.Ora devo afre discussione anch eper questo e tentare di farmi cambiare le lancette.Perchè ho paura che mi cade la garanzi, anche se chiamando alla sede centrale e spiegato il fatto nn dovrei avere problemi. inoltre mi sono arrabbiato facendomi dire di pieno pugno dove si trovi il centro assistenza ufficuiale a napoli, e dopo alcuni minuti mi ha dato l’indirizzo . ho contatato quest’ultimo e mi ha detto vieni e ne parliamo……….. Cosa mi consigli?

  13. Ciao Giovanni,
    probabilmente il negoziante ha sostituito tutto il meccanismo compreso il quadrante e le lancette, senza premurarsi di smontarli.
    In questo modo non ha dovuto far altro di aprire i due orologi e sostituire tutto il blocco.
    Al centro assistenza spiega la situazione.
    Penso che tu possa pretendere dalla casa l’invio di un orologio completamente nuovo: non sarebbero obbligati a farlo, ma in questi casi i distributori per tutelare l’immagine del marchio possono accontentarti.
    Fammi sapere circa gli sviluppi.
    Salutissimi.

  14. enrico a conti fatti stamattina sono andato dal rivenditore mi ha detto che ha mandato l’orologio in laboratorio con un altro simile , in effetti per nn perdere tempo ha preso il calibro dell’altro e l’ha montato sul mio cambiando il quadrante pero in effetti hanno invertito le lancette. Cmq l’ho fatto rimandare in assistenza per farle di nuovo sostuituiere con le mie. Che casino!!! in tutto questo l’orolgio l’ho indossato nemmeno 24 ore, che tristezza. Cmq martedi vado a ritirarlo…….credo che cmq lo porto al centro locman di napoli laboratorio consigliato dalla sed ecentrale. Tra l’altro ho insistito per farmi cambiare le lancette perche avevo paura che nn riconoscevano poi la garanzia per manomissione. Spero ch evada bene dopo questa anch es esono consapevole che mi ritroveò svariati segni sulla cassa.

  15. enrico una curiosità l541 longines chrono quatrz montato sull’hidroconquest è un calibro eta montato direttemante sull’orologio o è fabbricato interamente nei laboratori longines?grazie

  16. Ciao Giovanni,
    al momento non esistono calibri Longines di manifattura.
    Ciò non significa che il calibro base Eta sia esente da personalizzazioni e modifiche da parte di Longines.
    Le maison importanti che montano il calibro base Eta, effettuano test e prove aggiuntive, e nella maggior parte dei casi adattano il calibro secondo le loro esigenze.
    Recentemente Longines ha presentato un calibro che Eta ha prodotto in esclusiva per la casa di St. Imier: si tratta del quadri-retrogrado, che puoi vedere raffigurato a questo link:
    http://www.longines.com/watches/the-longines-master-collection/L2.715.4.78.6
    Nella stessa pagina puoi scaricare le caratteristiche tecniche.
    Come hai potuto vedere con il tuo Locman, non è sufficiente cambiare l’intero blocco per risolvere i problemi, ma sono necessarie una serie di operazioni di adattamento.
    Allo stesso modo i calibri base montati da varie marche, non si equivalgono sempre essendo state soggette a trattamenti diversi.
    A questo aggiungi che non tutti i meccanismi prodotti raggiungono gli standard qualitativi massimi, e penso proprio che quelli leggermente fuori dai parametri … vengano gettati via.
    Questi ed altri fattori differenziano uno standard da un altro ed una marca da un’altra, sebbene montino lo stesso calibro base.
    Spero di essere stato chiaro nell’esposizione.
    In caso contrario, o se avessi qualche perplessità non esitare a chiedere.
    Salutissimi.

  17. grazie enrico il quadro del mondo dell’orologeria diventa sempre piu chiaro, sono davvero contento di aver partecipato ai blog della citizen, e al tuo! ora capisco il perchp di tante differenze di prezzo. Speriamo che la cosa vada a buon fine per il mio locman. oggi ho sul polso il pilot, e credo che me lo godo per un bel po di giorni. Ne ho tanti di orologi come puoi immaginare. Ho anch eun chrono swiss degli anni 30 chrono meccanico a carica manuale 17 rubini. però sul quadrante ha la scritta biagio evidentemente al tempo è nata quesat marca.

  18. grazie per il tuo contributo per la regolazione del pilot ma vorrei comprendere una cosa ma quando premo il tasto b cioe’ quello da fare con una biro non imposto una differenza di orario con il radio messaggio che arriva dalla germania? infatti io ho ricevuto le onde e l’orario mi si è spostato di 6 ore aiuto!!!!!

  19. Ciao fabrizio e grazie di aver contattato il blog.

    Da quanto mi spieghi vi è una sfasatura tra l’orario locale e quello su cui si regola l’orologio dopo la ricezione.
    In questo caso è evidente un errore di programmazione dell’orario di riferimento: purtroppo devi ripeterlo seguendo con calma e correttamente tutta la procedura.

    Fammi sapere.

    Salutoni.

  20. Grazie della tua risposta immediata dopo aver sudato ho rifatto la programmazione spero di averla fatta bene…quindi mi confermi che premere il tasto B non imposta una differenza con l’orario dell’orario di riferimento.. i ringrazio immensamente!!!
    ciao

  21. Ciao enrico,
    grazie per la spiegazione precisa! ho azzerato e successivamente impostato l’ora esatta. Ma mi restano dei dubbi:
    -mo che ho impostato manualmente l’ora, si risincronizza quando prende il segnale radio?
    -sono dovuto ricorrere al manuale perchè non aveva cambiato l’ora da legale a solare, nonostante fosse nuovo appena uscito dalla scatola, dovrei farlo vedere?
    -non ricevo segnale da 5 giorni, mi devo preoccupare?

    ciao e grazie!

  22. Ciao Guido.
    Rispondo volentieri ai tuoi quesiti:

    D: -mo che ho impostato manualmente l’ora, si risincronizza quando prende il segnale radio?

    R: Certamente! Devi essere certo, però, di aver programmato anche la differenza di orario sul nostro fuso. Ricorda che le fasi di Programmazione sono 3: Allineamento, Ora di riferimento (fuso) e messa all’ora.

    D: -sono dovuto ricorrere al manuale perchè non aveva cambiato l’ora da legale a solare, nonostante fosse nuovo appena uscito dalla scatola, dovrei farlo vedere?

    R: No! Probabilmente l’orologiaio che lo ha venduto non aveva programmato l’ora di riferimento.

    D: -non ricevo segnale da 5 giorni, mi devo preoccupare?

    R: No! Il segnale può essere debole in alcuni periodi. Per esempio in questi giorni sono molti gli utenti che riescono a captare il segnale. Attendi tranquillamente e vedrai che un bel mattino (molto presto) troverai l’orologio sincronizzato.

    In ogni caso tieniti in contatto con noi e insieme risolveremo tutti gli eventuali problemi.

    Salutoni.

  23. Sono nuovo mi presento sono luca 43 annoi

    AIUTO

    premetto che l orologio è nuovo….e avendo gia un crono pilot da 3 anni…sono gia un po deluso

    mi spiego…ritiro il pilot ed è fermo lo porto a casa lo metto sotto luce artificiale per 10 ore e lprocedo con l azzeramento e riprogrammazione, il pilot riparte e va per un giorno. di notte di nuovo fermo alle 5,35 lo riespongo alla luce artificiale per 7 ore, riprogrammo e riparte, ora sono alla terza riprogrammazione poiche’ nuovamente alle 6.30 di mattina l orologio si è nuovamente fermato e perso la posizione di riferimento……dovro’ aspettare QUESTA ESTATE PER UNA CARICA COMPLETA ESPONENDO IL PILOT ALLA LUCE SOLARE DIRETTA? O IL PILOT DA ME ACQUISTATO HA DEI PROBLEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA?

    grazie

  24. Salve, complimenti per le delucidazioni fornite e il personale qualificato e preparato. Sono un appassionato di orologi automatici e mi sono avvicinato al Citizen ecodrive pilot radiocontrollato in acciaio con cinturino in pelle. Orologio affidabilissimo e preciso in tutto nonchè sportivo e elegante nello stesso tempo. Volevo porre una domanda se possibile riguardo il cinturino infatti ho deciso di sostituirlo con un bracciale d’acciaio ma quasi tutti i negozi mi hanno “sparato” cifre allucinanti del tipo 120-150 euro!!!Per essere breve, volevo sapere se si può adattare prima di fare l’acquisto un bracciale compatibile in acciaio da 22mm di larghezza(come l’attacco alla cassa orologio) sicuramente con un prezzo minore e di ottima qualità!! Scusate il giro di parole e grazie per l’attenzione.

  25. Gent.mo Angelo,
    grazie per i complimenti.
    La risposta al tuo quesito è sicuramente positiva.
    E’ possibile applicare un bracciale universale le cui misure siano compatibili con la larghezza di ansa del tuo orologio.
    I bracciali originali presentano alcune peculiarità specifiche, ma scegliendo attentamente nella gamma degli universali si possono risparmiare tanti bei soldini.
    Salutissimi e grazie ancora.

  26. Ciao, ahimè sono un asino con la tecnologia e sto scalando montagne per programmare io mio nuovo Pilot (by0081 – 54e).
    Ho provato a seguire le istruzioni di questo post, ma niente la cosa si fa sempre più complicata. Forse necessita di altre “manipolazioni” a me sconosciute? Help me.
    Ps: la sigla dell’orologio riportata nel “dannato” libretto di istruzioni è:ctzb8135 cal. h 61. Grazie

  27. Ciao salvo,
    sto seguendo attentamente le tue vicende dal blog Citizenmania, e non sono mai intervenuto perchè l’ottimo Mirko sta impartendo perfette indicazioni.
    Non devi assolutamente scoraggiarti: all’inizio delle nostre avventure con i radio-controllati, se il concessionario non ci ha fornito le giuste indicazioni, siamo tutti un po’ “imbranatelli”, ma … poi passa.
    Abbi fiducia e contattami pure direttamente per ogni necessità.
    Salutoni.

  28. Visto che da dove scrivo (Salerno) nessuno è in grado di regolare l’ora del mio pilot teoricamente radiocontrollato, potrei inviarlo a lei per questa regolazione? Non bado a spese. La ringrazio

  29. Gent.mo Augusto.
    può provvedere gratuitamente da sé, leggendo e seguendo le istruzioni che troverà al seguente link:
    http://blog.gioielleriacannoletta.it/category/faq/page/2/
    scegliendo l’articolo relativo al suo orologio.
    Persistessero le difficoltà ci contatti pure all’indirizzo info@gioielleriacannoletta.it
    Se vuole può anche fissare un appuntamento Skype con me o con un nostro tecnico.
    Salutoni.

Lascia un commento